Tempo di lettura stimato: 7 Minuti

Il problema della perdita di capelli o lo sfoltimento della chioma, accomuna tantissime persone, indipendentemente dal sesso: uomini e donne ne soffrono.

Le dicerie a riguardo sono numerose, pertanto cercherò di fare un po’ di chiarezza esponendo in modo limpido e concreto le cause che possono generare tale sfoltimento,

indicandovi alcuni rimedi naturali per prevenirlo e dandovi qualche suggerimento per  infoltire la chioma e quindi i capelli.

Le cause ad esclusione clinica di perdita di capelli

Scompensi ormonali: alterazioni ormonali, come un abbassamento improvviso degli estrogeni, nella donna, può provocare la caduta dei capelli. I cambiamenti ormonali possono verificarsi nei casi di diete ferree, disturbi alimentari, menopausa o addirittura allattamento.

1.)Alimentazione poco bilanciata: una dieta carente di amminoacidi, proteine ed altri composti come lo zinco, il ferro e la vitamina D inducono il capello ad avere poca vitalità, provocando uno sfoltimento improvviso e cioè una caduta di capelli piuttosto che un infoltimento (ci riferiamo alla fase anagen).

Lo stress incide negativamente sulla nostra salute

2.)Situazioni di forte stress psicofisico: molto raramente situazioni di stress giornaliero possono provocare una caduta improvvisa dei capelli, ma a lungo andare lo stress intenso va a debilitare l’organismo di alcune sue funzioni vitali, accentuando una forte carenza di energia e vitamine. Come sappiamo avere poca energia significa utilizzare la poca che ci è rimasta per funzioni vitali più importanti e difatti, i capelli tendono ad indebolirsi, spezzarsi e cadere.

Il clima è una causa di caduta di capelli?

Cambiamento climatico: la caduta stagionale così come il cambio repentino di temperatura, provocano un indebolimento del manto capelluto superiore (parte maggiormente interessata).

Sai che: anche noi come gli animali siamo soggetti alla muta, essendo noi stessi dei mammiferi?

4.)Ereditarietà passiva: la forma più comune di perdita di capelli è l’alopecia androgenetica che si trasmette da madre in figlio sul cromosoma X.

Sai che: alcune volte perdere capelli, restando sempre sul tema eredità viene trasmessa dalle mamme piuttosto che dai papà?

Fumo, chemioterapici e inquinamento

5.)Fumo di sigaretta: il fumo ha effetti negativi sulla circolazione sanguigna, danneggia il Dna che costituisce il follicolo pilifero e ne aumenta il rischio di malattia ed impedisce il perfetto bilanciamento ta tessuto epidermico e crescita di capelli provocando una perdita dei capelli.

Sai che: il fumo, anche se passivo provoca scompensi ormonali e ciò favorisce l’indebolimento del cuoio capelluto?

6.)Utilizzo di alcuni farmaci: l’alopecia iatrogena o farmaco indotta è causata da medicine come fluidificanti del sangue, farmaci per la cura dell’acne, antidepressivi, anticolesterolici e ovviamente, i chemioterapici, che interferiscono con il ciclo vitale dei capelli.

7.)Inquinamento e raggi solari: un’esposizione prolungata ai raggi solari può indurre al suicidio le cellule dei bulbi, così come anche le polveri sottili dell’ambiente provocano una forte infiammazione con conseguente indebolimento cellulare.

I possibili rimedi naturali per rinforzare e far ricrescere i capelli

Ganoderma lucidum:

fungo di origini millenarie; il reshi risulta essere utilissimo anche per rinforzare il cuoio capelluto, rivitalizzando l’intero capello.

Il ganoderma nutre il follicolo pilifero, ossigena i capelli, migliora la circolazione sanguigna e possiede alcuni ormoni e minerali che hanno la capacità di fissare i minerali ed irrobustirli; l’azione benefica del fungo è di crescita e sviluppo di capelli.

Studi a riguardo hanno dimostrato che persone affette da alopecia areata e androgenitca (perdita di capelli a chiazza), hanno riscontato enormi benefici assumendo ganoderma lucidum.

Un trattamento di tre mesi ha portato risultati positivi di ricrescita e infoltimento del cuoio capelluto.

Estratto di ortica e shampi naturali sono ottimi alleati:

 ✔ Ortica: l’estratto d’ortica è una componente fondamentale per prevenire lo sfoltimento della chioma. Le sue proprietà principali sono la rimineralizzazione e la fortificazione di capelli e delle parti indebolite. E’ possibile trovarlo in commercio sotto forma di capsule o di lozioni come shampoo, balsamo. Tuttavia  bisogna stare attenti al dosaggio e soprattutto all’utilizzo di tale composto.

In alternativa all’ortica possiamo utilizzare l’olio essenziale di rosmarino che ha proprietà rimineralizzanti, da frizionare sui capelli ogni dieci giorni per tutta la lunghezza dei capelli

 ✔ Lozioni naturali: l’utilizzo di prodotti acidi o di tinture aggressive possono provocare un diradamento dei capelli. Se vogliamo conservare la lucentezza della chioma e addirittura prevenire il suo indebolimento faremmo meglio ad utilizzare prodotti naturali.

E l’utilizzo di burro di Karité?

 ✔ Burro di karité:  oltre ad essere un potente rimedio naturale contro la caduta dei capelli, il burro di karité svolge anche un’azione idratante, rigenerante, rinforzante ed elimina, altresì le infezioni o le irritazioni del cuoio capelluto. A me piace chiamarlo la “manna dei capelli”. Prepararlo è semplicissimo: sciogliere in un pentolino 20 grammi di burro e una volta raffreddato applicarlo sulla cute e lasciarlo agire per un quarantina di minuti circa. Ripetere il trattamento ogni dieci giorni e fra circa trenta giorni potrete già sentirne i risultati.

Avocado per nutrire e rendere più compatta la cute

 ✔ Avocado: contro le irritazioni del cuoio capelluto e contro una chioma arida e diradata, con capelli poco lucenti e poco voluminosi e indeboliti, possiamo avvalerci dell’avocado che presenta enormi proprietà rivitalizzanti e rimineralizzanti oltre che a nutrire e rendere più compatti i capelli. Ma come utilizzarlo? Come realizzare una maschera all’avocado?

Preparazione: tagliate il frutto in due parti, coprite la parte che non utilizzerete ed avvolgetela in una pellicola e conservatela in frigo. Mescolate l’avocado con uno yogurt fino a che non diventi un miscuglio omogeneo. Applicatelo sulla cute e sui capelli, coprendo con una cuffia (in modo da evitare che si sporchi l’intera casa) e lasciate che agisca per trenta minuti. Lavate poi i capelli con acqua abbondante e shampoo neutro.

Sai che: puoi utilizzarla fino a due volte al mese?

 ✔ Henné: polvere e colorante naturale, possiede anche proprietà rigeneranti, fortificanti e rimineralizzanti per il cuoio capelluto.

Sai che: puoi utilizzarla miscelata all’acqua?

Aggiungere la polvere di henné all’acqua ottenendo così un impasto denso, applicatelo sulla cute e lasciatela riposare per almeno un’ora.

 ✔ Aceto di mele: l’aceto di mele stimola l’apertura dei pori e permette l’assorbimento di enzimi e proteine che rafforzano il cuoio capelluto. Realizzare maschere per i capelli o impacchi ogni dieci giorni è un potentissimo rimedio naturale per rinforzare il cuoio capelluto.

Sai che: puoi lasciarlo in posa per alcuni minuti; risciacquare con abbondante acqua.

Altri rimedi da utilizzare potrebbero essere:

 ✔ Aloe vera: utilizzare l’aloe sui capelli aiuta a renderli più lucidi e più forti. Oltre ad avere proprietà fortificanti l’aloe, possiede alcune proprietà lenitive ed antibatteriche, soprattutto nei casi in cui si riscontrino dermatiti e forfore. Basterà durante l’utilizzo, cospargerlo uniformemente sul cuoio capelluto per prevenire la perdita di capelli.

Per renderlo più potente lo si potrebbe abbinare a degli oli essenziali dalle proprietà antisettiche e lenitive, lasciarlo in posa per mezz’ora e lavare con acqua abbondante.

Sai che: puoi utilizzarlo fino a tre volte al mese per avere  capelli forti e lucenti?

L’utilizzo di oli potrebbe essere un rimedio, perché:

 ✔ Olio di lino: è un ottimo rimedio naturale con il  quale creare un impacco rinforzante. Da utilizzare prima dello shampoo ed ogni volta che lavate i capelli.

Sai che: meno lavaggi fai ai capelli e più tendono ad indebolirsi?

 ✔ Olio di mandorle oppure olio d’oliva:  circa quaranta minuti prima della detersione, massaggiare i capelli con alcuni oli essenziali li renderà più lucenti, forti e gioverà al sistema circolatorio.

Sai che: per rinforzare i capelli sarebbe meglio utilizzare zenzero fresco e olio di jojoba?

 ✔ Salvia: fra i suoi innumerevoli utilizzi la salvia si fa spazio anche in ambito di cosmesi e cura dei capelli.E’ capace di rafforzare i capelli, rivitalizzarli, rimineralizzarli ed infine renderli più lucidi. Utilizzare trenta grammi in un litro d’acqua.

Sai che: anche l’avocado e semi di prezzemolo apportano benefici ai capelli rendendoli meno secchi  e più forti.

Radice di zenzero ed olio di cocco per capelli più forti

 ✔ Radice di zenzero: grazie alle sue innumerevoli proprietà, lo zenzero viene utilizzato anche per la cura dei capelli. E’ stato dimostrato che lo zenzero prevenga la caduta, stimoli la crescita, rafforzi il sistema cardiocircolatorio e curi le irritazioni e le forfori del cuoio capelluto. Il giusto utilizzo potrebbe essere quello di utilizzare dieci grammi di zenzero e venti millilitri di olio vegetale da applicare quaranta minuti prima della detersione.

 ✔ Olio di cocco: tra  le proprietà dell’olio di cocco vanno annoverate quella di rinforzare i capelli e prevenirne la caduta. Può essere utilizzato ogniqualvolta andiamo a detergere la cute, e bastano quattro gocce con un massaggio delicato.

Per ogni rimedio è opportuno sciacquare bene ed asciugare i capelli tamponando con l’asciugamano  senza strofinare.

Esistono altre precauzioni per proteggere la cute?

Il lavaggio e la detersione a fondo dei capelli sono importantissimi per la prevenzione della caduta e dell’indebolimento dei capelli. Il consiglio degli esperti è quello di lavare i capelli ogni due giorni perché così come lavarli ogni giorno o così come detergerli una volta a settimana (indipendentemente dal fatto che siano grassi o secchi) nuoce alla salute dei capelli. Infatti un lavaggio frequente(lavarli tutti i giorni) può danneggiare la salute del capello rendendolo più debole; un lavaggio non frequente(lavarli una volta a settimana) può comportare una chiusura dei bulbi piliferi con conseguente caduta.

Eliminare i residui di calcare e quelli di shampoo

Inoltre, quando laviamo i capelli è importantissimo effettuare l’ultimo risciacquo con acqua tiepida in modo da eliminare i residui di calcare (che risiede nell’acqua calda) e i residui di shampoo. Quando usciamo di casa e la sfera di sole sembra essere forte sarebbe opportuno coprirli con un cappello; l’utilizzo del cappello è utile, altresì, ad evitare che l’azione dello smog  danneggi i capelli.

Sai che: per una salute migliore è opportuno massaggiare di tanto in tanto il cuoio capelluto per riattivare la circolazione con essenze di rosmariono o di lavanda?

Il Diario del Benessere foto-cresh Perdita di capelli: possibili cause Rimedi Naturali  rimedi naturali perdita ganoderma capelli caduta capelli