Tempo di lettura stimato: 4 Minuti

Dare una svolta alla propria vita per eliminare il pericolo o quantomeno regolarizzare il colesterolo non è mai troppo tardi.

Cos’è il colesterolo?

Il colesterolo è un grasso prodotto per gran parte, circa l’80/85% dal nostro corpo e in piccola parte viene assunto con gli alimenti.

Favorisce inoltre alcune funzioni quali:

  • la digestione grazie alla formazione biliare: formazione di bile;
  • il processo di produzione di alcune vitamine utili per le ossa;
  • la costruzione della parete cellulare, in particolare alcune delle cellule cerebrali.

E’ trasportato su e giù nel corpo, in particolare nel sangue, da alcune lipoproteine che sono dei composti formati da una proteina che si lega ad una componente lipidica.

Sai che: esse si differenziano in base alla grandezza e alla densità?

Il colesterolo si distingue in:

  • colesterolo legato a lipoproteine di bassa densità (LDL)

Il cosiddetto cattivo poiché si può depositare nelle arterie provocando un restringimento di vasi causando l’insorgenza di alcune patologie cardiovascolari: infarto, ictus.

  • colesterolo legato a lipoproteine di alta densità (HDL)

Il cosiddetto buono perché non provoca danno alcuno ad arterie, vene e soprattutto al cuore.

Infatti è sinonimo di garanzia perché non resta attaccato alle pareti delle arterie e arriva verso il fegato dove verrà trasformato in bile, per le funzioni digestive.

Se tutto funziona correttamente, avremo il giusto equilibrio tra l’assunzione e la produzione.

In alcuni casi può capitare che tutto venga interrotto, andando incontro ad una: ipercolesterolemia, colesterolo alto.

Come regolarizzare il colesterolo?

E’ possibile regolarizzare il colesterolo mangiando bene e allenandosi:

il primo passo per un corpo più sano è cambiare alcune delle nostre abitudini.

Innanzitutto è necessario seguire un’alimentazione equilibrata per regolarizzare il colesterolo:

“Noi siamo ciò che mangiamo”!

Pertanto è consigliabile per regolarizzare il colesterolo:

  • ridurre i grassi saturi per regolarizzare il colesterolo: si trovano soprattutto nella carne rossa e nei formaggi, in quanto aumentano il livello di colesterolo cattivo.

    Questi, infatti, possono essere assunti in quantità ridotte: 6/7% è la razione giornaliera consigliata.
  • prediligere grassi insaturi per regolarizzare il colesterolo: come quelli contenuti nell’olio d’oliva o nel salmone che riducono particolarmente il colesterolo ed aumentano i livelli di HDL (buono).
  • per regolarizzare il colesterolo privilegiare cibi ricchi di omega 3 come salmone, merluzzo, aringhe, noci, mandorle che fanno bene al cuore, aumentano il colesterolo buono HDL, aiutano ad abbassare i trigliceridi.
  • prediligere cibi ricchi di fibre come avena, cereali integrali, frutta, semi, piselli, lenticchie e verdure.

    Alcune porzioni di frutta e verdura ogni giorno proteggono il cuore e aiutano a regolarizzare il colesterolo.
  • preferire cibi ricchi di proteine: sono molto essenziali per regolarizzare il colesterolo cattivo.
  • assolutamente da evitare i cibi con grassi idrogenati.

Non è importante il grado di preparazione fisica perché non dobbiamo partecipare alle olimpiadi;

è sufficiente trovare uno sport che ci piaccia e proseguire con un allenamento costante: 30/40 minuti al giorno per 3 volte a settimana.

Piccoli sforzi che col tempo possono apportare grandi benefici.

Non importa il tipo di sport, l’importante è che vi muoviate.

È infatti sufficiente:

  • usare le scale piuttosto che l’ascensore.
  • cyclette mentre si guarda la televisione a casa.
  • basta con sigarette e alcol.

Le persone che fumano sono sempre in tempo per smettere, difatti smettere di fumare anche solo per un giorno porterà al corpo benefici:

il colesterolo buono aumenta, la pressione sanguigna scende e il cuore rallenta i suoi battiti.

Dopo qualche mese cominceremo anche ad eliminare il monossido dalle arterie.

Chi abusa di alcool dovrebbe cominciare a berne in quantità moderata, perché in quantità ridotte aumenta il colesterolo buono, ma è bene sapere che non è una medicina perché oltre a fornire un apporto quantitativo di calorie e grassi è un veleno per il fegato, reni, per il cervello e soprattutto per il cuore.

Indipendentemente dal sesso e dall’età: un bicchiere al giorno, meglio se vino casareccio.

Attenzione al girovita

Anche essere in sovrappeso aumenta il rischio del colesterolo, perdere alcuni chili aiuta a regolarizzare il colesterolo.

Cambiamo le nostre abitudini giornaliere per regolarizzare il colesterolo: basta scaricare sul cibo il nostro stress!

Se si è nervosi piuttosto che mangiare usciamo a fare quattro passi!

Cerchiamo di sostituire junk-food con cibi salutari!

Non abbandonate mai uno stile di vita sano, e se nonostante gli sforzi non riuscite a regolarizzare il colesterolo parlate subito col medico curante che saprà sicuramente seguire il caso.

Leggi anche: Colesterolo alto: quali sono i formaggi da evitare?

Le castagne regolarizzano il colesterolo cattivo?

Il Diario del Benessere foto-cresh Regolarizzare il colesterolo: è possibile? Rimedi Naturali  regolarizzare il colesterolo con lo sport regolarizzare il colesterolo con l'alimentazione regolarizzare il colesterolo colesterolo cattivo colesterolo buono colesterolo