Tempo di lettura stimato: 3 Minuti
Il Diario del Benessere Paccheri-al-nero-di-seppia Paccheri e pistacchi al nero di seppia Ricette  pranzo pistacchi paccheri al nero di seppia mangiare bene
Paccheri e pistacchi al nero di seppia immagine 1

Paccheri e pistacchi al nero di seppia è un primo piatto per gli amanti del nero. Tale piatto è una pietanza dal gusto sublime e dall’aspetto davvero molto accattivante perché unisce il nero delle seppie al gusto meraviglioso del mare.

La pietanza che andremo a preparare insieme e quindi, i paccheri e pistacchi al nero di seppia, è un piatto apprezzatissimo da tutti, ma soprattutto, quello che oggi cucineremo, non ha nulla a che vedere con le normali ricette che si possono reperire sul web, perché la rivisitazione con l’aggiunta di granelli di pistacchio invoglierà i vostri sensi a volerne di più e a non poterne fare più a meno;

Il connubio di mare e terra è apprezzatissimo per i palati raffinati (come il mio d’altronde).

Ad esempio si possono preparare anche i maccheroni, gli gnocchi ed aggiungere alla pietanza pistacchi.

Essendo un piatto molto raffinato, paccheri e pistacchi al nero di seppia sarà davvero il perno principale su cui far leva per preparare magari una cenetta oppure un pranzetto che delizi il palato e conquisti la persona amata.

Paccheri e pistacchi al nero: in che modo colorarli?

Per prima cosa bisogna sapere che, per preparare i paccheri e pistacchi al nero di seppia, è obbligatorio procurarsi l’inchiostro contenuto nella sacca di questi teneri e adorabili molluschi, pertanto bisogna fare attenzione a non bucare la sacca durante la pulizia; non meno importante è assicurarsi, al momento dell’acquisto, che le seppie siano di giornata.

Credo che come introduzione possa bastare, procediamo quindi agli ingredienti e alla preparazione.

Ingredienti paccheri al nero per 5 persone

Il Diario del Benessere Paccheri-al-nero-di-seppia-ingredienti Paccheri e pistacchi al nero di seppia Ricette  pranzo pistacchi paccheri al nero di seppia mangiare bene
Paccheri e pistacchi al nero di seppia immagine 2
  • 600 grammi di seppie (intere e quindi con la sacca);
  • 500 grammi di paccheri;
  • 1/2 bicchiere di vino bianco (o di birra);
  • 80 grammi di pistacchi;
  • 1 foglia di basilico;
  • Un cucchiaio di olio extravergine di oliva;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • Sale q.b;

Preparazione paccheri e pistacchi

In primo luogo, e quindi per preparare i nostri amatissimi paccheri e pistacchi al nero di seppia, cominciamo a pulire per bene le seppie, posizionando le sacche con l’inchiostro da parte, magari coprendole.

Se le avete acquistate già pulite, niente paura: saltate questo passaggio e mettete comunque le sacche coperte, ad esempio.

In secondo luogo e questo vale per tutti, quindi che le abbiate pulite da soli o comprate già pulite, agiamo in questo modo:

tagliamo le nostre seppie a listarelle (a striscioline) oppure in piccoli quadratini e mettiamole in padella con giusto un po’ d’olio, lo spicchio d’aglio e il peperoncino.

Accendiamo a questo punto il fuoco, io consiglio una fiamma medio bassa, lasciamo cuocere per qualche minuto, aggiungiamo poi il vino o in alternativa la birra e portiamo a cottura.

Passiamo poi alla preparazione dei pistacchi e mettiamoli da parte, in che modo? Io ad esempio li frullo per giusto quindici secondi in modo tale da renderli simili ad una granella. Fatto ciò mettiamoli da parte, sempre ben coperti.

Prendiamo a questo punto, e per collegarci alla preparazione dei paccheri e pistacchi al nero di seppia, una pentola abbastanza capiente, riempiamola di acqua e mettiamola su fuoco medio alto.

Lasciamo cuocere i nostri paccheri e pistacchi al nero di seppia, mettiamo il sale al punto giusto e scoliamoli (mettendo da parte un mestolo di acqua di cottura), prendiamo poi i paccheri ed aggiungiamoli in padella con le seppie, cominciando ad amalgamare per qualche minuto.

Aggiungiamo infine l‘inchiostro e il mestolo di acqua di cottura, mescoliamo ulteriormente fino a quando la pasta non avrà una colorazione uniforme, poi aggiungiamo anche la granella di pistacchi.

Fatto ciò, sono pronti per essere serviti, quindi impiattiamoli decorandoli magari, con una foglia di basilico.

Conservazione e consigli

Paccheri e pistacchi al nero di seppia, è una pietanza che non può essere conservata per oltre un giorno, ma ciò di cui voglio rendervi partecipi è di evitare in ogni caso di congelarli.

1) Se non siete pratici vicino ai fornelli (non sto dicendo che non sappiate cucinare), acquistate le seppie già pulite, come aggiunto in precedenza.

2) Per chi segue poi un regime alimentare ipocalorico farebbe meglio ad evitare di assumerne in dosi eccessive, rischiando di vanificare in solo giorno magari, lo schema alimentare. Meglio attenersi ai 60 grammi di paccheri.

Detto ciò, Buon Appetito.

Il Diario del Benessere foto-cresh Paccheri e pistacchi al nero di seppia Ricette  pranzo pistacchi paccheri al nero di seppia mangiare bene