Tempo di lettura stimato: 4 Minuti

Le olive, negli anni passati erano poco apprezzate e soprattutto poco conosciute, dato che come risulta, gli unici ad introdurle nella propria alimentazione erano gli spagnoli.

Con il tempo poi, le olive sono state apprezzate da moltissime persone, difatti, tutt’oggi questo alimento è diventato simbolo della dieta mediterranea per eccellenza.

Come sappiamo, la dieta mediterranea è riconosciuta a livello internazionale per le sue proprietà e benefici.

Le olive che siano esse verdi, nere, senza osso, ripiene, affettate fanno parte di numerosi antipasti e vengono, altresì, utilizzate per la preparazioni di ricette davvero niente male.

Potremmo scrivere tantissimo sulle olive perché risultano essere un alimento affascinante per la loro storia ed origini, ma non perdiamo altro tempo e cominciamo a dire perché sarebbe importante introdurle nella propria dieta.

Giusto per placare la sete di curiosità, diciamo che le olive sono state scoperte nei paesi asiatici più di 6000 anni fa.

Quali sono le vitamine e i nutrienti che le compongono?

Le olive, quindi, come aggiunto in precedenza, hanno origini assai lontane, ma sappiamo di quali nutrienti sono composte?

In primis, tale alimento è una fonte di vitamine A, B, C, E, D;

in secondo luogo contengono sali minerali come ferro, sodio, fosforo, magnesio, iodio e soprattutto potassio;

Ed infine possiedono un alto contenuto di fibre.

Quali sono le vitamine delle olive?

Le vitamine e i nutrienti di cui sono composte le olive, importanti per il funzionamento dell’organismo,  costituiscono un valido aiuto per il  sistema cardiovascolare, per il sistema scheletrico e muscolare, sistema nervoso e soprattutto digestivo.

Le olive inoltre sono costituite da composti vegetali utili per l’organismo, come ad esempio:

Oleuropeina: fa parte degli antiossidanti e si trova nelle olive nere e verdi che siano acerbe o fresche.

Idrossitirosolo: man man che le olive maturano, l’oleuropeina viene scomposta in idrossitirosolo, anche esso un enorme antiossidante per una salute ferrea.

Questo composto vegetale possiede una forte azione antiossidante, antitumorale. E’ altresì, presente anche all’interno dell’olio di oliva.

Tirosolo: fa parte anche esso della famiglia degli antiossidanti.

Acido oleanolico: é un antiossidante che aiuta a prevenire i danni al fegato e ridurre i livelli di grasso nel sangue.

Quercetina:  il composto vegetale appena enunciato è capace di regolarizzare la pressione sanguigna e migliorare lo stato di salute del cuore e delle arterie.

Da come abbiamo potuto capire, quindi, sarebbe più scorretto non aggiungerle nella propria alimentazione dato che come detto in precedenza:

contengono un’alta percentuale di fibre, potassio, vitamina E ed ulteriori antiossidanti come il betacarotene e la luteina.

https://www.ildiariodelbenessere.eu/2020/10/01/la-dieta-delle-72-ore-perdere-due-kg-e-possibile/

Quali sono le caratteristiche principali?

Le caratteristiche principali dei composti vegetali, delle vitamine e nutrienti contenute all’interno delle olive, risultano essere utili, come detto, per il benessere generale dell’intero organismo. Quindi:

La vitamina E, la C e la B e tutte le vitamine contenute nelle olive sono utili per il corretto funzionamento dell’organismo in generale.

In particolare la vitamina E esercita un’azione antiossidante, eliminando la presenza di radicali liberi.

Inoltre è capace di proteggerci dal fumo, dalle polveri sottili e soprattutto dai raggi UV del sole.

Leggi anche: Eritema solare: semplici rimedi

Le vitamine contenute all’interno delle olive, infine, evitano l’insorgere di alcune malattie del cuore e, cosa molto particolare, contrastano l’infertilità maschile e femminile.

Il beta-carotene invece è l’antiossidante per eccellenza, precursore della vitamina A, che protegge la vista ed interviene durante la crescita e lo sviluppo cellulare.

Il beta-carotene, inoltre, è un pigmento dal colore arancione;

nelle olive, come detto in precedenza, troviamo la luteina, ma anche la zeaxantina:

due composti che svolgono un ruolo importante nella protezione dei danni esercitati da sorgenti luminose invasive.

Come avremo potuto capire, quindi, i benefici delle olive sono davvero innumerevoli ed il loro consumo apporta numerosi vantaggi alla nostra salute, in particolare per la presenza di antiossidanti, vitamine, nutrienti e soprattutto grassi buoni.

Quindi, perché non introdurle nella nostra alimentazione?

Non vi bastano ancora le particolarità appena enunciate? Proseguiamo, forse ve ne convincerete ancora di più.

Tutti i benefici delle verdi, ma anche delle nere

Il Diario del Benessere Proprieta-1 Olive verdi e nere: sono importanti nella dieta? Dieta  vitamine olive proprietà delle olive olive verdi e nere dieta benefici delle olive
Proprietà delle olive

 ✓ Proprietà antiossidante e antitumorale: come detto in precedenza, le olive sono ricchissime di antiossidanti come la vitamina E, il betacarotene, la luteina, Etc.

La presenza di antiossidanti protegge l’organismo dai danni che causano i radicali liberi, quindi, contrastano l’invecchiamento cellulare della pelle e la formazione delle cosiddette cellule cancerogene.

Difatti, studi a riguardo, hanno dichiarato che la presenza degli antiossidanti riduca notevolmente la presenza di cellule tumorali all’interno dell’organismo.

L’acqua delle olive, inoltre, contiene una certa quantità di glutatione, sempreché sia l’acqua che aggiungiamo appena le compriamo, facendo attenzione a gettare via quella di quando le acquistiamo.

Altri benefici delle olive verdi

✓ Regolarizzano l’intestino: le olive sono ricchissime di fibre, quindi, favoriscono una migliore motilità intestinale, eliminando al contempo, la presenza di scorie e tossine.

 Infine, le fibre riducono l’assorbimento di grassi e zuccheri complessi.

✓ Regolarizzano i livelli di colesterolo: le olive aiutano a contrastare l’insorgere di colesterolo cattivo, il cosiddetto LDL.

Avere una percentuale alta di LDL, come sappiamo, provoca malattie cardiovascolari, quindi, consumare le olive è molto importante per proteggersi da queste patologie.

Leggi anche: Colesterolo alto: quali sono i formaggi da evitare?

Le castagne regolarizzano il colesterolo cattivo?

✓ Proteggono gli occhi: la betacarotene,  precursore della vitamina A, è fondamentale per proteggere la vista ed in generale gli occhi.

✓ Riducono la pressione arteriosa: uno studio effettuato a campione su animali ha dimostrato come le olive siano in grado di regolarizzare i valori della pressione arteriosa.

La presenza di acidi grassi nelle olive, come l’acido oleico, riducono notevolmente i livelli di pressione nel sangue.

✓ Sono adatte ai diabetici: consumare le olive significa abbassare notevolmente l’indice glicemico, purché vengano consumate in quantità moderate.

Come abbiamo potuto vedere, quindi, le olive contengono innumerevoli proprietà e vitamine.

Che differenza passa fra quelle verdi e quelle nere?

La differenza sta nel fatto che le prime vengono raccolte prima della maturazione e quelle nere poco dopo la maturazione.

Inoltre, le verdi sono meno caloriche, mentre le olive nere sono leggermente più caloriche.

Conclusione a riguardo

E’ importantissimo, quindi, introdurre le olive nella propria alimentazione, quindi, il loro consumo, purché moderato, è più che importante.

Le olive possono essere consumate da chiunque, a meno che non si è allergici o nel caso siano state trattate in salamoia poiché, come sappiamo, un consumo eccessivo di sale genera problemi all’intero organismo.

Detto ciò, in conclusione, la domanda che mi sorge spontanea porvi è:

perché non consumarle in quantità moderate? E soprattutto, siete ora convinti delle innumerevoli proprietà?

Leggi anche: Le olive verdi fanno dimagrire?

Il Diario del Benessere foto-cresh Olive verdi e nere: sono importanti nella dieta? Dieta  vitamine olive proprietà delle olive olive verdi e nere dieta benefici delle olive