Tempo di lettura stimato: 4 Minuti

Le olive verdi, così come le olive nere, contengono una certa percentuale di grassi buoni.

E per dirla tutta, aggiungerei che sarebbe importante introdurle nella propria alimentazione sempreché in quantità moderate e soprattutto rispettando il piano o schema alimentare.

In queste poche righe vedremo in che modo introdurle nella nostra alimentazione, mangiarle senza sentirsi in colpa e in che modo potrebbero diventare nostre alleate.

Le olive verdi contengono pochi grassi?

Le olive verdi contengono una quantità moderata di grassi buoni: quei grassi che permettono il dimagrimento ed una stabilizzazione dell’indice metabolico.

Come detto, quindi, la quantità di grassi monoinsaturi è di circa il 12% per le olive verdi e di un massimo del 25% nelle olive nere.

Inoltre, le olive verdi contengono antiossidanti come polifenoli, betacarotene, vitamine, minerali come ferro, calcio, magnesio, potassio e soprattutto pochi mg di sodio che come sappiamo:

è importante per coloro che soffrono di cellulite e ritenzione idrica. Le olive contengono poi fibre e una modesta quantità di proteine e zuccheri semplici.

Tale alimento riduce i grassi del corpo e possiede un alto potere rassodante, perché, come detto in precedenza, contiene una percentuale di grassi monoinsaturi modesta, così come anche la percentuale di polinsaturi che si aggira intorno al 10%.

Riducendo la quantità di grassi presenti nel corpo sono capaci di regolarizzare i livelli di colesterolo: aumentandone la percentuale buona HDL, ed abbassandone i valori di LDL.

Colesterolo alto: quali sono i formaggi da evitare?

Le castagne regolarizzano il colesterolo cattivo?

Collegandoci a ciò che abbiamo accennato in precedenza, concludiamo aggiungendo che, la quantità di antiossidanti, svolge un’azione protettiva nei confronti dei danni causati dai radicali liberi e pertanto sono un ottimo aiuto per prevenire l’invecchiamento cellulare precoce.

Rafforzare i telomeri significa non invecchiare precocemente e quindi avere sempre una pelle soda e soprattutto in forma.

Cerchiamo di capire adesso in che modo introdurre le olive nella propria alimentazione:

In che modo utilizzarle in una dieta da 1700 calorie?

Arrivati al nucleo della nostra chiacchierata, cominciamo col dire che sarebbe davvero un peccato non introdurle nella propria alimentazione perché,

come sappiamo, contengono una percentuale elevata di minerali, vitamine e composti vegetali utili per il fabbisogno generale dell’intero organismo.

In una dieta da 1700 calorie l’apporto corretto di olio extravergine di oliva è di circa 3 cucchiaini che contengono 140 kcal.

Se però vogliamo sostituire l’olio mangiando, per l’appunto, le olive verdi basta sapere che l’apporto calorico di 7 olive verdi corrisponde a circa 60 calorie o, in alternativa, a  5 olive nere.

Se vengono inserite entrambe nella preparazione di pietanze, sarebbe opportuno non mangiarle più per il resto della giornata ed evitare di aggiungere il sale perché già contenuto nelle olive.

Colazione, spuntino, pranzo e cena: abbinale con ogni pietanza, saranno buonissime ugualmente

Il Diario del Benessere Alimentazione Le olive verdi fanno dimagrire? Dieta  olive verdi per dimagrire olive verdi nell'alimentazione olive verdi ipocaloriche dieta
Le olive: come mangiarle

Da come abbiamo potuto capire, quindi, possiamo mangiare circa 7 olive verdi al giorno, ma si possono abbinare a colazione, come spuntino, a pranzo o addirittura a cena?

La risposta è sì, purché si rispettino le dosi, non si esageri e soprattutto evitiamo di comprare quelle in salamoia.

Se preferisci una colazione diversa da quella che fai di solito, puoi sostituirla con: 2 gallette di riso, 5 olive nere o 7 olive verdi, una tisana disintossicante e magari un po’ di frutta secca come noci(1,2), mandorle […].

Se, piuttosto che a colazione, le preferisci come spuntino abbina 7 olive verdi ad una tisana o ad un frutto di stagione (pesato).

A pranzo poi, puoi utilizzarle per condire la pasta, sempre che siano pesate e non si esageri con le porzioni.

A merenda possono essere anche mangiate prendendo due gallette di riso, tagliando le olive a dadini ed aggiungere giusto un pizzico di formaggio fresco.

Leggi anche: Frutta secca: quali sono le sue proprietà?

Succo da barbabietola rossa, potente antiossidante?

E se mi trovo fuori casa? Come posso variare l’aperitivo o la cena?

Se ci troviamo fuori casa per un aperitivo, sarebbe meglio mangiare le olive piuttosto che  le patatine che contengono più di 500 kcal per ogni 100 grammi, mentre le olive verdi contengono per ogni cento grammi circa 100 kcal.

La cosa che talvolta mi diverte fare a cena è comprare le olive verdi denocciolate come la bella di Cerignola (olive molto grandi), riempirle con dei pezzetti di tonno fresco, preparare un’insalata accompagnando il tutto con una fetta di pane integrale.

Quindi è davvero importante introdurre le olive nella propria alimentazione: c’è qualche differenza tra le olive verdi e le olive nere?

Dal punto di vista nutrizionale, le olive verdi e nere sono quasi simili, con una differenza principale nella quantità di proteine e minerali.

Le olive nere sono molto più ricche di proteine, difatti contengono una quantità maggiore di proteine, più acido oleico e acido linoleico.

Le olive nere poi, contengono una percentuale ridotta di fibre circa 2,5 grammi, mentre le verdi più di 4 grammi.

Scegliere quelle verdi oppure le nere?

Un regime alimentare completo e corretto dovrebbe contenere al proprio interno le olive che siano verdi, nere, a fettine oppure snocciolate.

Partiamo dal presupposto che 100 grammi di olive contengono: 0,7 grammi di carboidrati (quelle nere);  0,6 grammi di carboidrati (quelle verdi).

Le nere contengono più proteine, circa 1,6 grammi, mentre le verdi ne contengono 0,8 grammi.

Le olive nere contengono 25,1 grammi di lipidi, mentre le verdi solo 14 grammi.

In conclusione quindi, possiamo dire che le olive  non fanno ingrassare, che apportano molti benefici, in particolare: migliorano la circolazione, contrastano i problemi della cute, purché facciano parte di un regime alimentare corretto.

https://www.ildiariodelbenessere.eu/2020/10/20/olive-verdi-e-nere-perche-e-importante-introdurle-nella-dieta/
Conclusione

Quando evitare le olive verdi? Infine è importante sapere che bisogna assolutamente evitare l’assunzione di olive verdi nel caso siate allergici oppure nel caso siano state trattate in salamoia.

Il Diario del Benessere foto-cresh Le olive verdi fanno dimagrire? Dieta  olive verdi per dimagrire olive verdi nell'alimentazione olive verdi ipocaloriche dieta