Tempo di lettura stimato: 2 Minuti

L’acqua della cicoria o per meglio dire la cicoria, è una verdura tipica della stagione autunnale che, date le sue innumerevoli proprietà andrebbe inserita nel proprio piano o schema alimentare.

La cicoria è una verdura che possiede innumerevoli proprietà, fra cui, proprietà protettive di fegato ed intestino, depurative, disintossicanti ed antidiabetiche.

Collegandoci al paragrafo precedente, aggiungiamo che la cicoria contiene sali minerali come potassio, calcio e ferro.

Contiene inoltre, vitamine del gruppo B, C, K e P che svolgono un ruolo importante per prevenire o, addirittura, curare l’anemia, l’artrite e anche l’anoressia.

Infine, quindi, perché è così importante bere l‘acqua di tale verdura? Cerchiamo di scoprirlo.

Perché è importante bere l’acqua della cicoria?

Continuiamo la nostra chiacchierata aggiungendo che, l’acqua della cicoria non andrebbe mai buttata nel lavandino, in quanto risulta essere, da come si evince nei paragrafi precedenti, un vero toccasana.

Nella fase di cottura, la cicoria rilascia alcune sostanze benefiche, difatti, l’acqua di cottura della cicoria, si può utilizzare anche per rinforzare la radice delle piante.

Dopo questa piccola postilla, continuiamo dicendo che, sebbene benefica, presenta un sapore piuttosto amaro e per questo, non tutti la gradiscono.

Ciò nonostante, sarebbe comunque importante assumere l’acqua di cottura della cicoria, almeno tre volte a settimana.

Io personalmente cerco di consumarla aggiungendo mezzo limone, così da eliminare il sapore amaro.

L’acqua della cicoria, quindi, come detto, possiede benefici che non si possono negare, vediamoli:

I benefici dell’acqua di cottura della cicoria

L’acqua della cicoria ripulisce il sangue da tossine e scorie in eccesso, depurando al contempo, il fegato.

La cicoria inoltre, favorisce il corretto funzionamento dell’intestino, quindi, chi soffre di stitichezza può tranquillamente farne uso.

L’acqua della cicoria favorisce altresì, la diuresi depurando l’intero organismo.

Risulta essere utile per chi segue un regime alimentare dietetico, in quanto, possiede circa 20 calorie per una porzione di 100 grammi.

Infine, una proprietà piuttosto importante, è che, l’acqua della cicoria, regolarizza i livelli di adiponectina, una proteina coinvolta nella regolazione del glucosio.

La cicoria, essendo una verdura con un indice glicemico basso, stabilizza l’equilibrio degli zuccheri nell’organismo.

Come preparare questa “pozione magica”?

Gli effetti benefici principali dell’acqua di cicoria sono quelli che abbiamo appena elencato, quindi, non mancano motivi per introdurla nella propria alimentazione.

Vediamo ora in che modo preparare tale rimedio naturale:

per prima cosa, occorre procurarci foglie secche di cicoria che possiamo acquistare in in erboristeria.

Immergerle in un pentolino con dell’acqua e portare a bollore.

Dopo dieci/dodici minuti, filtriamo l’acqua, lasciamola raffreddare per qualche minuto, spremiamo un po’ di limone ed assumiamola.

L’acqua della cicoria può essere bevuta il mattino a stomaco vuoto oppure dopo i pasti.

Controindicazioni

Nonostante gli evidenti  benefici dell’acqua di cicoria, non dobbiamo dimenticare che bisogna sempre prestare la giusta attenzione, e quindi:

è sconsigliato assumere l’acqua della cicoria nel caso si soffra: di gastrite o ulcere, di colon irritabile ed è altresì, sconsigliata l’assunzione in gravidanza.

Infine, nonostante si tratti di un rimedio naturale, sarebbe sempre meglio parlarne con il proprio medico di fiducia prima di assumerla.

Leggi anche: Acqua di cottura: in che modo utilizzarla per non sprecarla?

Il Diario del Benessere foto-cresh L'acqua della cicoria: le  sue proprietà Rimedi Naturali  perché è importante bere l'acqua della cicoria i benefici dell'acqua della cicoria come preparare l'acqua della cicoria acqua della cicoria