Tempo di lettura stimato: 4 Minuti

La gravidanza, come sappiamo, sebbene sia un’esperienza unica e meravigliosa per una donna, comporta una trasformazione totale del corpo: in particolare, la gravidanza, comporta alcuni cambiamenti a livello ormonale e ciò può causare le fastidiose emorroidi.

Cerchiamo di capire perché la gravidanza può essere causa delle emorroidi:

Perché durante la gravidanza avviene questo fenomeno?

Con il trascorrere dei mesi, l’ingrossamento dell’utero, il peso del feto e i cambiamenti ormonali causano una certa pressione sull’intestino,

sulle vene pelviche e rettali e come conseguenza può manifestarsi un ristagno di sangue venoso,

un aumento di pressione addominale, riduzione di attività fisica e stitichezza.

Durante una gravidanza, con il passare delle settimane si ha un aumento di estrogeni (ormoni), progesterone (ormoni), ma soprattutto un rilassamento connettivale, e cioè, un prolasso delle strutture e delle vene.

Con ciò si può andare incontro a vene varicose ed emorroidi.

Quindi affermato ciò cerchiamo di capire se esistono alcuni consigli utili in caso di emorroidi in gravidanza, in modo tale da prevenirle o quanto meno lenire l’enorme fastidio che arrecano.

Vediamoli:

Prevenire le emorroidi in gravidanza: alcuni consigli utili

  • 1)Il primo passo sarebbe quello di affrontare le emorroidi in gravidanza bevendo molto liquidi, cercando di assumere almeno due litri di acqua al giorno o in alternativa tisane, ma non troppo calde.
  • 2)Il secondo passo poi, sarebbe quello di prevenire la costipazione. Come sappiamo la stipsi è una delle cause scatenanti delle emorroidi e quindi:

Cercate di prediligere una dieta ricca di fibre, frutta, verdura, cereali integrali, ad esempio:

kiwi, pere, pane ai cinque cereali, legumi e, al contempo, cercate di evitare cibi insaccati, cioccolato, latticini, caffeina, alcool, ma soprattutto riducete il consumo di banane, meglio una ogni tre/quattro giorni.

  • 3)Non meno importante, in caso di emorroidi in gravidanza, è il momento dell’evacuazione: meglio non forzare troppo a lungo, evitando di fare troppa pressione. Un altro campanello d’allarme che provoca l’insorgenza delle emorroidi è la pressione durante l’evacuazione.

Quindi se non riesci, meglio provare più tardi, tuttavia ci tengo a precisare che trattenere i bisogni causa affaticamento intestinale.

  • 4) Meglio non stare sedute o in piedi per periodi troppo prolungati, poiché la pressione tende a scendere sulla zona inferiore del corpo, quindi, meglio alternare restando sedute per una mezz’ora e in piedi per un’ora.
  • 5) Se durante la gravidanza svolgi un lavoro sedentario, assicurati di alzarti ogni ora circa, facendo trenta passi.

Durante la gravidanza fare attività fisica?

Essere gravide non significa non poter praticare alcuna attività fisica, in ogni caso prima di intraprendere qualsiasi attività fisica durante la gravidanza ed in presenza di emorroidi,

sarebbe meglio parlare con il proprio ginecologo che saprà consigliarvi a riguardo.

Se il vostro ginecologo di fiducia vi dice di poter praticare piccole attività fisiche, attenetevi agli esercizi di Kegel:

esercizi che rafforzano i muscoli del pavimento pelvico e contribuiscono al contempo ad aumentare l’afflusso di sangue alla zona rettale,

riducendo il ristagno di sangue venoso e quindi di comparsa delle emorroidi.

Rimedi naturali per lenire le emorroidi in gravidanza:

Fortunatamente esistono alcuni rimedi naturali capaci di lenire il fastidio delle emorroidi durante il periodo di gravidanza:

  • Elicriso: in caso di presenza di emorroidi in gravidanza, un rimedio naturale è costituito dall’utilizzo dell’olio essenziale di elicriso che è costituito da acetato di nerile e possiede proprietà antinfiammatorie e lenitive. Risulta essere indicato per la sindrome emorroidale perché agisce come congestionante, diminuisce il dolore e dona una sensazione di freschezza.
  • L’aloe vera: l’aloe svolge un’azione cicatrizzante e lenitiva. La stimolazione di fibroblasti e collagene aumenta i processi riepitelizzazione e quindi di cicatrizzazione non solo di emorroidi sanguinanti, ma soprattutto di ragadi. Al contempo sembra essere capace di contrastare la vasodilatazione e il prolasso venoso.
  • Gel di ippocastano: esso vanta alcune proprietà antinfiammatorie, analgesiche, astringenti e rinfrescanti che contrastano il dolore emorroidale ed il ristagno venoso. Quindi durante la gravidanza in presenza di emorroidi, sembra essere un ottimo alleato.
  • Calendula: durante la gravidanza, le emorroidi possono essere contrastate anche utilizzando la calendula che è un ottimo alleato per ridurre il prurito e il bruciore alle emorroidi.
  • L’olio di jojoba e l’olio di menta: risultano essere degli ottimi emollienti ed antiossidanti in grado di donare una sensazione di freschezza alla zona interessata. La particolarità dell’olio alla menta è quella di possedere un’azione anestetica.

Placare il bruciore e il prurito emorroidale durante la gravidanza:

Con la gravidanza e le emorroidi non si scherza perché difatti la sindrome emorroidale può colpire la maggior parte delle donne gravide compromettendo, in alcuni casi, le normali funzioni giornaliere.

Quindi cerchiamo di capire se esistono alcuni rimedi per placare ulteriormente la sensazione di bruciore e fastidio che arrecano:

1) Assumere vitamina C: qualcuno si starà chiedendo per quale motivo. Beh! Il motivo è che la vitamina C è ottima per migliorare la salute delle vene e rafforzarle, quindi meglio assumere limone, mele e pomodori, ma senza esagerare.

2) Tenere la zona interessata in acqua calda: immergete la zona interessata in acqua calda per circa dieci minuti in modo da alleviare l’irritazione ed il prurito e ciò aiuterà anche a farle scomparire e quindi a farle rientrare nella loro sede.

3) Igiene personale: bruciore e prurito alle emorroidi durante la gravidanza, si contrastano anche con una corretta igiene personale, tuttavia sarebbe meglio evitare saponi irritanti o, in alternativa, come diceva sempre mia nonna, posizionare del ghiaccio sulla zona anale per placare il fastidio/bruciore.

4) Abiti comodi: meglio prediligere degli slip di cotone ed evitare la biancheria che faccia troppo pressione e quindi troppo stretta.

Conclusione a riguardo

Qualsiasi sia il vostro stato di salute ed indipendentemente dal mese di gravidanza, prima di utilizzare qualsivoglia rimedio naturale sarebbe meglio

parlarne con il vostro medico, in modo tale da evitare irritazione o eventuali problemi in caso di gravidanza ed emorroidi.

Potrebbe interessarti anche: Emorroidi post parto: riconoscerle e rimedi naturali

Alimentazione contro le emorroidi: cosa mangiare?

I sintomi delle emorroidi: come riconoscerle

Le emorroidi interne: in che modo curarle?

Le emorroidi esterne: come curarle?

Emorroidi: quali potrebbero essere le cause?

Bicarbonato contro le emorroidi: è efficace?

Ganoderma lucidum contro le emorroidi

Assumere il ganoderma in gravidanza: è possibile?

Stitichezza: perché è più diffusa tra le donne? In che modo debellarla?

Il Diario del Benessere foto-cresh La gravidanza e le emorroidi: cause e rimedi naturali Rimedi Naturali  rimedi naturali per lenire le emorroidi in gravidanza prevenire le emorroidi in gravidanza gravidanza ed emorroidi eliminare il prurito e il bruciore emorroidale durante la gravidanza attività fisica durante la gravidanza