Tempo di lettura stimato: 3 Minuti

Il caffè è una bevanda che accomuna milioni di persone in ogni angolo della terra,

facciamo subito un esempio: dobbiamo vederci con un amico, un conoscente o con la persona che vogliamo conquistare, cosa proponiamo?

Ebbene sì, il caffè! Come diciamo dalle mie parti, il caffè è una scusa, un modo di dire avevo voglia di vederti, ma non so dirtelo esplicitamente.

Come si ottiene il caffè?

Il termine caffè deriva dalla parola araba qahwa:

in antichità veniva utilizzato questo termine per indicare alcuni semi dall’aspetto rosso scuro, dagli effetti stimolanti.

Il caffè è una bevanda dal sapore molto particolare che, in alcuni casi, veniva utilizzato anche come medicina per curare alcune patologie dell’organismo.

Il principio attivo del caffè, per cui viene definito bevanda stimolante, è la caffeina,

che è semplicemente un alcaloide dalle azioni nervine e, per l’appunto, stimolanti che favorisce la concentrazione ed un miglioramento della memoria.

Come tutti sappiamo, la caffeina è contenuta anche nella produzione di alcuni integratori alimentari e soprattutto di bevande.

La caffeina, come affermato da alcuni studi e ricerche, pare sia in grado di

stimolare la diuresi, contrastare la cellulite, la ritenzione idrica ed infine accelerare il metabolismo.

Sì, hai letto bene, sembra abbia alcune proprietà dimagranti.

Cerchiamo di capire: meglio consumarlo amaro o zuccherato?

Scegliere quello amaro o zuccherato?

Il Diario del Benessere amaro Il caffè: è preferibile berlo amaro o zuccherato? Fitness&Wellness  quanti caffè si possono bere la caffeina causa dipendenza come si ottiene il caffè chi deve evitare il caffè Caffeè caffè amaro o zuccherato
Il caffè

Per rispondere a questa domanda non occorrono enormi giri di parole,

in quanto è molto semplice dato che sia nel caffè amaro che in quello zuccherato è presente una percentuale di caffeina identica.

I pericoli per l’abuso di caffeina sono, quindi, molto simili se non uguali; pertanto, la diceria secondo cui tale bevanda sarebbe da preferire amara

riguarda l’assenza di zucchero (in quello amaro), che è il nemico responsabile di problemi non poco trascurabili.

Qualcuno a questo punto starà pensando, ma perché non posso preferire quello zuccherato?

La risposta a questa domanda è molto semplice: lo zucchero come ben sappiamo, viene assunto, non solo all’interno del caffè, ma è presente in quasi tutte le pietanze che vengono consumate durante l’arco della giornata.

Quindi, per completare aggiungiamo che, coloro i quali hanno problemi di sovrappeso, diabete, colon irritabile, bruciori di stomaco e patologie cardiache farebbero meglio ad evitare l’assunzione di caffeina, e non solo, dovrebbero moderare, in generale, la quantità di zuccheri assunti.

Quanti caffè si possono bere ogni giorno?

I pareri su quanti caffè possano essere consumati ogni giorno sono divergenti e contrastanti, quindi, una risposta precisa circa la quantità di caffeina e, quindi, di caffè, si  possa consumare, non esiste.

Io personalmente credo che sarebbe preferibile consumare non più di 300 mg circa di caffeina al giorno e, quindi, sarebbe assolutamente consigliabile bere massimo 3 caffè al giorno.

Come ripetuto in precedenza, la caffeina non è presente solo all’interno del caffè, ma anche in alcune bevande di facile reperibilità in commercio, per cui è bene prestare la massima attenzione.

Infine, i bambini dovrebbero assolutamente evitare il consumo di caffeina.

La caffeina causa dipendenza?

Il consumo di caffeina, da come è potuto emergere da alcune statistiche, è davvero un numero con tantissimi zeri, perché:

c’è chi lo preferisce come sprint mattutino, chi preferisce consumarlo nel corso della giornata, di sera e, purtroppo, c’è chi lo assume in qualsiasi momento della giornata facendone abuso.

Il caffè porta dipendenza, non parliamo di livelli come psicotropi e alcool, ma comunque le persone che ne fanno largo uso sviluppano una certa propensione a sopportare gli effetti della caffeina.

Nel senso che non avvertono gli effetti, mentre coloro che ne fanno un uso sporadico avvertono sintomi come l’insonnia, bruciori di stomaco, ansia, nervosismo e chi ne ha più ne metta.

Esagerare con l’assunzione di caffè può portare effetti indesiderati poco piacevoli, come: tachicardia, ipertensione, aritmie, tremori, ansia e colon irritabile.

Chi dovrebbe evitarlo assolutamente?

A dirla tutta io quando mi reco al bar prediligo un decaffeinato, in quanto non apporta gli effetti sopra citati.

In ogni caso coloro che dovrebbero evitare l’assunzione di caffè, sono tutti coloro che soffrono di ulcera peptica, gastriti, reflusso gastroesofageo, cardiopatia, colesterolo alto ed alcune aritmie.

Leggi anche Le castagne regolarizzano il colesterolo cattivo?

Colesterolo alto: quali sono i formaggi da evitare?

Diciamo che, il caffè è, sì, una bevanda che “unisce” le persone, ma sarebbe comunque importante assumerne in percentuali ridotte o quanto meno stare attenti nella scelta del caffè da consumare e, a tal proposito, si potrebbe prediligere un caffè al ganoderma lucidum biologico.

Leggi anche: Quanto dura l’effetto della caffeina?

Il caffè leccese: preparazione

Quali sono gli effetti della Coca Cola sul corpo?

Il Diario del Benessere foto-cresh Il caffè: è preferibile berlo amaro o zuccherato? Fitness&Wellness  quanti caffè si possono bere la caffeina causa dipendenza come si ottiene il caffè chi deve evitare il caffè Caffeè caffè amaro o zuccherato