Tempo di lettura stimato: 4 Minuti

Le emorroidi post partum, come indica il nome stesso, colpiscono una buona percentuale di donne dopo il parto e possono essere, in alcuni casi innocue e in altri invece, alquanto fastidiose e possono causare:

  • Prurito;
  • Bruciore;
  • Dolore e difficoltà durante l’evacuazione.

Come sappiamo, esistono le emorroidi interne ed esterne, e cioè quelle palpabili e quelle non visibili.

Leggi anche: Bruciore di stomaco in gravidanza

Cosa sono e come possiamo riconoscerle?

Le emorroidi post parto sono quindi un vero e proprio problema, ma cerchiamo di capire quale sia la differenza fra le emorroidi post parto naturale e post parto cesareo:

Le prime e quindi, le emorroidi post parto naturale, possono essere causate dallo sforzo,

in seguito ad un prolasso emorroidale che avviene durante fase del parto.

Le emorroidi post parto naturale non sono pericolose, ma è bene parlarne con il proprio ginecologo

in modo da attuare tutte le misure necessarie per la prevenzione di infezioni, dolori e bruciori.

Le emorroidi post parto cesareo invece, sono meno sviluppate poiché, come sappiamo, nel parto cesareo non c’è alcuno sforzo

durante la fase di espulsione del feto e quindi parliamo di prolasso emorroidale avvenuto durante la gravidanza.

Dopo il parto, però le emorroidi non sempre scompaiono, tuttavia in alcuni casi, come già detto in precedenza,

risultano essere innocue e quindi, non provocano alcun fastidio, in altri casi invece, sono piuttosto fastidiose come nel caso in cui si soffre di stipsi, costipazione e colon irritabile.

Le emorroidi scompaiono dopo il parto?

Come detto in precedenza, le emorroidi sono comuni durante la gravidanza e dopo il parto,

ma è bene ricordare che nella stragrande maggioranza dei casi il prolasso emorroidale e quindi la comparsa di emorroidi avviene durante la gravidanza.

In conclusione, le emorroidi post parto andranno via dopo qualche giorno o settimana dal parto,

ma solo se chi ne soffre si accinge a mettere in atto piccoli rimedi naturali per evitare stipsi, costipazione e colon irritabile.

E’ tuttavia importante sapere che in alcuni casi le emorroidi non scompaiono e tendono a permanere nei mesi successivi alla nascita del feto, quindi cosa fare?

Come comportarsi in caso di emorroidi post parto?

Alcuni consigli pratici emorroidi dopo il parto

Il Diario del Benessere Comportamenti Emorroidi post parto: riconoscerle e rimedi naturali Rimedi Naturali  rimedi naturali contro le emorroidi post parto le emorroidi scompaiono dopo il parto emorroidi post parto cosa sono le emorroidi consigli pratici emorroidi post parto combatti le emorroidi post parto con l'alimentazione
Emorroidi post parto

Se dopo la gravidanza e il parto le emorroidi non scompaiono è bene mettere in atto alcuni accorgimenti pratici, come ad esempio:

1)Non stare sedute o in piedi troppo a lungo: meglio stendersi oppure alternare lo stare sedute allo stare in piedi.

2)In caso di dolore si possono assumere anche alcuni antidolorifici, ma su questo punto è bene parlarne con il vostro medico di fiducia, poiché in gravidanza sono vietati alcuni antidolorifici.

3)Applicare un borsa di acqua fredda per una decina di minuti, tre volte al giorno aiuta a lenire il prurito e il dolore.

4)Dopo l’evacuazione pulire accuratamente (senza strofinare) la zona senza utilizzare saponi o altri prodotti chimici:

prediligere l’acqua fredda con un sapone neutro.

5) Esercizi post parto: durante la gravidanza, ma non solo, è molto importante praticare alcuni esercizi che mirino alla riabilitazione dell’intero organismo e cioè, un’attività fisica leggera, ma costante di circa 25 minuti.

6) Igiene personale: come aggiunto in precedenza, ma voglio ripeterlo: avere un’accurata igiene personale, sempre!

7) In caso di emorroidi post parto è bene prediligere una biancheria comoda che lasci traspirare la pelle.

Le emorroidi post parto possono essere affrontate soprattutto con rimedi naturali capaci di lenire fino ad eliminare i fastidi che provoca il prolasso emorroidale,

ma soprattutto prediligere uno stile di vita sano perché come sappiamo, uno stile di vita sano è la chiave giusta per tutto.

Combatti le emorroidi con un’alimentazione corretta e bilanciata

Le emorroidi post parto colpiscono circa il 30% delle donne dopo il parto, ma per fortuna esistono

rimedi naturali capaci di lenire il fastidio, il primo potrebbe essere quello di:

  • Prediligere una dieta sana, ricca di fibre per favorire l’evacuazione e il transito intestinale:

    evitare che le feci siano troppo dure ed eliminare quasi del tutto i dolori dei punti di sutura della regione perianale, qualora ci fossero.
  • Per evitare l’insorgere di stipsi è importante, come detto, introdurre nella propria dieta liquidi e fibre, prediligendo ad esempio: cereali integrali, frutta e verdura di stagione, frutti rossi e cibi ricchi di zinco, magnesio e ferro.

    Facendo così, si avranno delle arterie più toniche e si previene il prolasso emorroidale.
  • Bisogna assumere assolutamente due litri di acqua al giorno, prediligendo un’alimentazione a base di brodo, minestre ed evitare il consumo di caffè, cioccolato, coca-cola, peperoncino, alcool e fumo di sigaretta.

Quando le donne partoriscono inoltre, farebbero meglio, per il benessere del bambino, a ricordarsi di non assumere medicinali e a consultare il proprio medico prima di assumere farmaci contro le emorroidi post parto.

E’ buona norma quindi, attenersi ai consigli del proprio medico di fiducia anche se si utilizzano i rimedi naturali contro le emorroidi post parto.

Rimedi naturali per lenire il fastidio alla base

Per contrastare le emorroidi post parto, è bene assumere alcuni integratori alimentari contenenti lactobacillus, bifidobacterium bifidum

che favoriscono il normale transito intestinale e sono capaci di prevenire le emorroidi post parto.

Utilizzare pomate alla calendula, all’olio essenziale di cipresso, alla menta e all’ippocastano.

Aloe vera: l’aloe vera, come sappiamo, svolge un’azione lenitiva e cicatrizzante prevenendo il prolasso emorroidale e la vasodilatazione.

Le emorroidi post parto possono essere curate con l’aloe vera perché essa contiene proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e rinfrescanti.

Olio extravergine di oliva: come sappiamo gli usi dell’olio sono innumerevoli e difatti può essere utilizzato, per l’appunto, per lubrificare il canale anale.

L’utilizzo dell’olio extravergine di oliva può avvertire o mediante l’assunzione di un cucchiaino di olio a crudo oppure unito all’olio di mandorle, da applicare sulla zona interessata.

Conclusione

Da come abbiamo potuto capire, esse compaiono durante la gravidanza e nel post parto e possono avere una diversa gravità.

Solitamente le emorroidi post parto tendono a scomparire dopo qualche giorno o settimana, ma se il problema persiste oltre i quindici giorni è importantissimo rivolgersi al proprio medico prima di intraprendere qualsiasi cura o rimedio naturale.

Potrebbe interessarti anche: I sintomi delle emorroidi: come riconoscerle

Bicarbonato contro le emorroidi: è efficace?

Emorroidi: quali potrebbero essere le cause?

Ganoderma lucidum contro le emorroidi

Assumere il ganoderma in gravidanza: è possibile?

Stitichezza: perché è più diffusa tra le donne? In che modo debellarla?

Il Diario del Benessere foto-cresh Emorroidi post parto: riconoscerle e rimedi naturali Rimedi Naturali  rimedi naturali contro le emorroidi post parto le emorroidi scompaiono dopo il parto emorroidi post parto cosa sono le emorroidi consigli pratici emorroidi post parto combatti le emorroidi post parto con l'alimentazione