Tempo di lettura stimato: 5 Minuti

La dieta sirt dimagrante è un regime alimentare basato sull’assunzione di determinati alimenti che permettono, in un tempo breve di buttare giù molte taglie.

Alla base della dieta sirt, tanto per cominciare, ci sarebbe un aumento dell’attività di alcune proteine codificate da determinati ormoni.

Tuttavia quello che mi preme aggiungere è che, come per ogni regime alimentare o per l’appunto, per una vita sana, mangiare meno è la chiave d’accesso.

Per evitare troppi giri di parole e false promesse, cerchiamo di capire in che modo dimagrire con questa dieta e soprattutto,

se essa costituisce un regime valido per dimagrire in salute ed in armonia.

Dieta del gene magro: dieta sirt dimagrante

La dieta sirt dimagrante, nota anche come dieta del gene magro, deve la sua notorietà ad un libro, i cui autori sono due nutrizionisti, Aidan Goggins e Glen Matten che hanno collaborato con alcuni team di medici e lavorano in cliniche molto quotate della Gran Bretagna.

Tra le innumerevoli attività a cui si sono dedicati, si ricorda che hanno seguito programmi alimentari di sportivi inglesi e vip.

Ricollegandoci a quanto detto in precedenza, la dieta sirt dimagrante, si basa semplicemente sull’azione di alcuni geni noti come geni sirt che

secondo quanto sostengono i nutrizionisti aiuterebbero a perdere peso in modo rapido, ma non come le tradizionali diete e cioè mangiando di meno.

Infatti, secondo quanto specificato da vari studi, questa dieta non si basa sul mangiare meno, inteso in termini di quantità ed il dimagrimento sembra essere il frutto dall’azione dei cosiddetti geni sirt!

Adesso cerchiamo di capire in che modo agisce la dieta sirt dimagrante e cosa sono i geni sirt.

Cosa sono i geni sirt?

Alla base di un aumento di peso sono stati associati gli effetti infiammatori dei mitocondri, alcune delle riserve di energia presenti all’interno delle cellule, e una disfunzione metabolica che porterebbe un aumento di peso.

Sembrerebbe che in caso di obesità il funzionamento di queste centrali energetiche diminuisca, mentre,

in caso di peso forma o di dimagrimento, la loro attività aumenti.

Alcune ricerche, come accennato in precedenza ci suggeriscono che il dimagrimento, e quindi la funzione del metabolismo,

possa essere attivata indipendentemente dalla dieta e che alcune sostanze nutritive all’interno dei cibi possano velocizzare e stimolare la loro attività.

La dieta del gene magro o la dieta sirt dimagrante, così come la vogliamo identificare, propone di aumentare e di migliorare soprattutto il funzionamento di questi geni sirt sfruttando le sostanze presenti all’interno degli alimenti.

Ma quali alimenti sono ammessi all’interno del piano di questa dieta?

Dieta del riso: in che modo procedere?

Grasso: come bruciare i chili di troppo?

Cosa sono le siurtine?

I geni della magrezza e quindi della dieta sirt dimagrante sono le sirtuine, considerate molecole capaci di regolare il metabolismo,

influenzando quindi la nostra capacità nel bruciare grassi e stimolare il buon umore.

Difatti, con l’ausilio della dieta sirt dimagrante, si possono mettere via 3 chili già dalla prima settimana, senza privazioni, quindi, senza essere costantemente affamati.

Quali alimenti sono ammessi nel piano dimagrante?

Gli alimenti ammessi nella dieta sirt dimagrante sono alimenti ricchi di sostanze nutritive in grado di attivare il metabolismo e quindi i geni della magrezza.

Come detto gli alimenti ammessi sono ricchi di sostanze nutritive e sono facilmente reperibili, vediamoli insieme!

Nel piano alimentare della dieta sirt dimagrante, gli alimenti concessi sono:

olio extravergine di oliva, cavolo, rucola, trevigiana, grano saraceno, soia, capperi, prezzemolo, peperoncino, curcuma, fragole, mirtilli, datteri, cioccolato fondente (minimo 85%), uova, salmone e il levistico, un’erba aromatica, poco diffusa, ma facilmente reperibile.

E’ vero che nel piano dimagrante sirt posso bere anche il vino?

La dieta sirt dimagrante permette il consumo di bevande particolarmente apprezzate, come il vino oppure il caffè che contengono il resveratrolo che si trova per l’appunto nel vino, nel cacao e in alcune piante molto diffuse.

Studi a riguardo hanno dimostrato che questa sostanza presenti enormi proprietà dimagranti, in quanto sembra essere in grado di bruciare il grasso.

Altre bevande ammesse, anch’esse ricche di nutrienti e minerali, sono le tisane al tea verde matcha.

Quanto si dimagrisce con la sirt?

Il Diario del Benessere Dieta-sirt-durata Dieta sirt dimagrante: perdi peso e resta in forma Dieta  dimagrire dieta sirt dieta del gene magro alimenti sirt
Dieta sirt dimagrante: le 3 fasi

Dopo l’introduzione, la spiegazione dei geni e degli alimenti concessi nella dieta sirt dimagrante veniamo a ciò che più interessa tutti: le fasi di dimagrimento.

Le fasi della dieta sirt dimagrante sono:

La prima fase dura 3 giorni e prevede un apporto calorico massimo di 1.000 calorie, assunte sotto forma di succhi vegetali e un pasto solido a base di alimenti “sirt”.

La seconda fase di dimagrimento sirt, che va dal 4 al 7 giorno apporta un numero massimo di 1.500 calorie e prevede il consumo di succhi vegetali, pasti solidi, ma sempre a base di alimenti sirt.

Più precisamente la seconda fase di dimagrimento della dieta sirt viene definita mantenimento, dura 14 giorni circa e prevede il consumo di succhi vegetali e 3 pasti ricchi di alimenti sirt.

Dunque, come già detto in precedenza, la dieta sirt dimagrante, se seguita alla lettera, garantisce una perdita di peso di circa 3 chili nella prima settimana.

Leggi anche: Dieta plank schema settimanale

Dieta tonificante e drenante: cellulite

Dieta plank: dimagrire e controindicazioni

Metodo della dieta del minestrone

Ci si deve attenere solo ai risultati della dieta sirt?

Attenendoci ai risultati raggiunti da coloro che l’hanno “testata” possiamo affermare l’affidabilità della dieta sirt dimagrante circa la perdita di peso, ma ogni qual volta ci accingiamo ad intraprendere regime dietetico,

il nostro obiettivo dovrebbe esser quello di mirare a perdere massa grassa e non anche la massa muscolare. Perciò il mio suggerimento è quello di desistere da diete troppo drastiche e di dedicare un po’ di tempo all’attività fisica.

I nutrizionisti, tuttavia, assicurano che la dieta sirt non comporti una perdita di massa muscolare e sostengono, altresì, che una volta terminata la dieta non si riprenda peso.

Se per un momento riflettiamo possiamo notare come la fase sia in tutto e per tutto un regime ipocalorico.

Quindi mi sorge il dubbio che il rapido di dimagrimento iniziale sia dovuto ad un’effettiva perdita di grasso, piuttosto che una perdita di glicogeno (scorta di glucosio dell’organismo) ed acqua.

Pertanto, solo quando sarà dimostrato che chili persi con la dieta sirt dimagrante corrispondono ad un’effettiva perdita di grasso, potremmo avere una certezza.

Fa male la dieta sirt?

Da quello che mi è parso capire della dieta sirt dimagrante dalle informazioni per quanto riguarda i geni sirt (che non mancano), i cibi sono reperibili e fanno parte di regimi alimentari comprovati.

Quindi non è assolutamente dannosa.

Conclusione

Prima di intraprendere uno schema alimentare come quello della dieta sirt dimagrante

è sempre bene farsi seguire da un esperto del settore in modo tale da evitare i rischi e ridurre drasticamente l’assunzione di cibo.

In ogni caso, già semplicemente riducendo le porzioni, sostituendo i cibi spazzatura con alimenti genuini

ed abbinando una costante e corretta attività fisica il dimagrimento sarà assicurato!

Leggi anche: Dieta dello yogurt: i benefici e le sue controindicazioni

Dieta senza carboidrati: dimagrisci e resti in forma, è possibile?

La Dieta delle 72 ore: perdere due kg, è possibile?

Dieta del riso per chi fa sport: è utile?

Dieta contro la cellulite: drenante e dimagrante

Il Diario del Benessere foto-cresh Dieta sirt dimagrante: perdi peso e resta in forma Dieta  dimagrire dieta sirt dieta del gene magro alimenti sirt