Tempo di lettura stimato: 3 Minuti

Parliamo di una ceretta biologica a freddo che in primo luogo è poco dolorosa, in secondo luogo non risulta essere irritante e soprattutto naturale, difatti il suo impatto ambientale è pari quasi a zero.

Depilazione maschile e femminile, fa differenza?

Quando parliamo di depilazione sarebbe opportuno specificare che ad esempio, i prodotti per l’epilazione femminile risultano essere meno aggressivi, perché le donne, a differenza degli uomini, hanno un volume di bulbi e peluria meno sviluppata.

La ceretta biologica sembra essere adatta a qualsiasi tipo di pelle, pertanto può essere utilizzata sia dalle donne per l’epilazione di inguine, ascelle o in aggiunta, per quella totale, sia dagli uomini, che talvolta utilizzano prodotti per l’epilazione che provocano irritazioni o allergie.

 Come preparare una ceretta biologica?

La ceretta biologica può essere utilizzata da tutti, ma coloro che non possiedono dimestichezza farebbero meglio a stare attenti e a farsi consigliare magari da qualcuno un po’ più esperto, anche per un consiglio a scopo informativo che non fa mai male.

A titolo d’esempio e prima di cominciare con la preparazione della ceretta biologica, munitevi di: una pentola non troppo grande,

diciamo una grandezza media (quella che utilizzate per cuocere la pasta) in modo tale da contenere gli ingredienti, e un cucchiaio.

Per le quantità, non ci sono limiti poiché ha un periodo di conservazione di 4 mesi purché la conserviate in un luogo asciutto.

Ingredienti e preparazione

Il Diario del Benessere Preparazione-1024x576 Ceretta biologica: senza strisce è possibile? Fitness&Wellness  ingredienti ceretta biologica ganodermalucidum cerettabiologica ceretta
Ceretta biologica: preparazione

In base alle vostre esigenze depilatorie proporzionate gli ingredienti della ceretta biologica e regolatevi con le quantità.

Le dosi per circa due depilazioni alle gambe sono le seguenti:

Preparazione ceretta biologica: aggiungere lo zucchero in pentola, versare i quattro cucchiai di acqua e fare sciogliere a

fuoco medio lo zucchero utilizzato (che sia di canna o quello da barbabietola è uguale).

Dopo 4/5 minuti otterrete una miscela omogenea, ma soprattutto liquida, ed è opportuno mescolare frequentemente con un cucchiaio la ceretta biologica, aggiungendo i quattro cucchiai di limone e il cucchiaino di ganoderma.

Quando la ceretta biologica sarà pronta spostate il pentolino sul lato basso del fuoco, in modo tale da evitare che si formino bolle.

Quando il liquido diventerà color ambra spegnete il fuoco e spostate il composto in un contenitore di vetro o magari fatelo raffreddare e versate in un contenitore di plastica.

Come applicare la cera sulla zona interessata?

Una volta preparata la ceretta biologica, sarebbe opportuno preparare la zona interessata cospargendo, ad esempio, del borotalco o del latte detergente e massaggiare con un movimento circolare.

Il procedimento per l’applicazione della ceretta biologica che seguo io personalmente è il seguente:

una volta idratata la gamba per tre minuti, lavo le mani, le disinfetto, le asciugo per bene, prelevo la quantità di cera che mi occorre dal contenitore e la faccio riscaldare in un pentolino.

Attenzione che la ceretta biologica non sia troppo calda prima di stenderla sulle gambe con una spatola;

dopodiché strappo con decisione, nel verso opposto alla crescita del pelo senza utilizzare alcuna striscia.

Una volta che la pallina perde il suo colore iniziale e diventa tendente al bianco, la getto via.

La restante parte della ceretta biologica la lascio nel contenitore e lo richiudo, conservandola al fresco, ma soprattutto fuori dalla portata di bambini e animali domestici.

Come si usa la cera?

La ceretta biologica si utilizza senza strisce e lo strappo avviene con la cera sulla zona interessata; si sente meno dolore, non è irritante e soprattutto apporta benefici alle gambe, lasciando la pelle morbida e tonica.

Dopo la ceretta biologica sciacquate le gambe con acqua tiepida, non ci saranno residui ed avrete gambe belle e lisce.

Come rimuovere la peluria del viso?

La peluria sul viso è piuttosto fastidiosa, tuttavia è possibile eliminarla grazie a rimedi naturali infallibili:

creare una pasta con 4 cucchiai di farina di mandorle, un cucchiaio di curcuma in polvere e un cucchiaino d’acqua, andando in questo modo ad indebolire la peluria.

Una volta ottenuto il composto stenderlo sulla pelle ed attendere che si asciughi.

Una una volta seccato, come già detto in precedenza, ma ci tengo a ripeterlo:

massaggiate con movimenti circolari così facendo, la peluria verrà eliminata con la pasta di mandorle e curcuma.

Dopo il trattamento sciacquare il viso con acqua tiepida per ripulirla da eventuali residui.

In alternativa, ad esempio, per una pelle più tonica ed elastica dopo la ceretta biologica cospargete un olio di mandorle con un cucchiaino di ganoderma,

utile a rendere la pelle liscia e lucente, ma soprattutto tonica (dati i benefici del reishi) evitando le eventuali irritazioni.

Leggi anche: Ceretta naturale con ganoderma

Schiarire le cicatrici con il ganoderma

Il Diario del Benessere foto-cresh Ceretta biologica: senza strisce è possibile? Fitness&Wellness  ingredienti ceretta biologica ganodermalucidum cerettabiologica ceretta