Tempo di lettura stimato: 3 Minuti

Camminare è un’attività che non tutti preferiscono, parliamoci chiaramente: quante persone anche per andare semplicemente a fare delle compere sotto casa prendono la macchina piuttosto che camminare? 

Nonostante sia un’attività poco preferita da molti, è bene sapere che camminare offre innumerevoli vantaggi al corpo che non possiamo trascurare. 

Come detto poco fa, quindi, camminare è un’attività che apporta innumerevoli vantaggi “duraturi nel tempo” come ad esempio la perdita di peso costante. 

Ritornando a ciò di cui voglio discutere con voi, cominciamo dicendo che, come si evince dal titolo: è davvero possibile dimagrire camminando tre volte a settimana per un’ora. 

Camminare un’ora al giorno quante calorie fa bruciare? 

Come detto in precedenza, camminare aiuta a perdere peso, ma è comunque importante sapere più o meno quante calorie si bruciano camminando per un’ora al giorno tre volte a settimana. 

Ci tengo a precisare una cosa: bruciare calorie è importantissimo per perdere peso, ma è bene ricordare che non è un fattore uguale per tutti. 

Difatti, le calorie bruciate dipendono da fattori importanti, fra cui: il peso iniziale della persona, la velocità, le condizioni meteo, la tipologia del terreno, l’età e il sesso. 

Continuiamo dicendo che, per essere più chiari possiamo fare un esempio pratico: non aspettatevi di bruciare ad esempio un numero elevato di calorie se camminate in discesa,

discorso inverso se camminare è un’attività svolta ad esempio in un parco o dove ci sono alcuni dislivelli che impegnano la muscolatura delle gambe in maniera più intensa. 

Concludiamo, rispondendo alla domanda di cui sopra: camminare un’ora al giorno quante calorie fa bruciare? 

Indipendentemente dalla velocità, dalla tipologia del terreno e dai fattori sopra citati, camminare fa bruciare più o meno un numero considerevole di calorie, ad esempio: 

Una persona che pesa tra i 60kg e i 74kg brucia, in un’ora, 280 calorie. 

Chi pesa tra i 75kg e gli 80kg in un’ora riesce a bruciarne più di 400. 

Chi pesa tra gli 82kg e gli 88/89kg con un’ora di camminata può arrivare a bruciare fino a 460 calorie. 

Un individuo generico medio di 90kg può arrivare a bruciare, in un’ora, più di 470 calorie. 

Coloro i quali, invece, superano i 90kg non devono essere scoraggiati perché, se camminare un’ora diventa un’ abitudine, riescono a bruciare più di 600 calorie. 

Camminare in acqua, infine, aiuta a bruciare un numero ancora più elevato di calorie. 

Aiuta a dimagrire e perdere peso? 

La risposta a questa domanda è quasi scontata, parliamoci chiaro: un consumo di calorie cosa comporta? Ovvio, la perdita di peso. 

Continuiamo affermando che naturalmente solo camminare non basta, alla camminata bisogna, infatti, associare un regime alimentare bilanciato, proteico ovvero una sana alimentazione. 

Quali potrebbero essere i benefici della camminata per il corpo? 

Come detto all’inizio della chiacchierata, camminare offre innumerevoli vantaggi che non possiamo affatto trascurare, ad esempio: 

Perdita costante di peso

Regolarizzazione della pressione sanguigna; 

Minor rischio di malattie cardiache; 

Diminuzione del colesterolo cattivo LDL

Rafforzamento dei muscoli della schiena e delle spalle; 

Muscolatura delle gambe più trofica; 

Riduzione di cellulite e macchie cutanee; 

Infine camminare, agisce altresì, sul sistema nervoso facendoci sentire più felici e rilassati. 

In che modo cominciare ad allenarsi? 

Il mio consiglio è quello di iniziare a camminare costantemente per un tempo non troppo prolungato in modo tale da evitare l’affaticamento muscolare. 

Continuando diciamo che, per cominciare si potrebbe optare per una camminata di 20 minuti al giorno, per la prima settimana ed incrementare progressivamente l’allenamento. 

Prima di eseguire l’esercizio, ma soprattutto dopo aver camminato, sarebbe buona norma praticare degli esercizi di stretching. 

Prima della camminata, lo stretching  serve per riscaldare un po’ i muscoli ed evitare che dopo un po’ le gambe diventino pesanti. 

Alla fine della camminata, invece, serve per stirare i muscoli ed evitare di incombere in crampi muscolari dolorosi. 

Quanto, invece, alla scelta dei luoghi, evitiamo di camminare nei centri abitati dove l’inquinamento è troppo alto e prediligiamo, quindi, posti più tranquilli e leggermente più isolati. 

Inoltre, poiché camminare talvolta può annoiare, sarebbe meglio optare per una “camminata” in compagnia. 

La compagnia, infatti, potrebbe essere la soluzione ideale per non mollare

Infine, un’altra soluzione per evitare di annoiarci, potrebbe essere quella di scegliere, ogni volta, percorsi nuovi. 

Conclusione 

Come avete potuto capire camminare aiuta davvero a dimagrire in modo considerevole, tuttavia il suo scopo, come abbiamo potuto vedere, non è solo questo!  

Pertanto, per godere a pieno dei suoi benefici, bisogna sgomberare la mente da qualsiasi altro pensiero e rilassarsi

Clicca sul link e leggi anche: Correre o camminare: quale attività favorisce una perdita di peso maggiore?

Salto con la corda: benefici, tecnica e controindicazioni

Quando bere l’acqua: prima o dopo i pasti?

Cominciare ad allenarsi: come partire con il piede giusto? 

Foto di Daniel Reche da Pixabay

Il Diario del Benessere foto-cresh Camminare tre volte a settimana per un'ora fa dimagrire? Fitness&Wellness  salute fitness&wellness dieta camminare un'ora benefici allenamento