Tempo di lettura stimato: 4 Minuti

Quei piccoli rilievi cutanei di colore rosso presenti sulla pelle, prendono il nome di brufoli.

La materia di cui sono composti può essere: pus, siero oppure il grasso (sebo).

Difatti, si formano nei punti dove sono presenti le ghiandole sebacee e in corrispondenza dei peli.

Questi piccoli rilievi non sempre sono visibili, in alcuni casi, possiamo sentirli solo al tatto: se proviamo a toccarli avvertiamo prurito o dolore.

In quei casi parliamo di brufoli sottopelle: è un problema così diffuso che nessuno risulta esserne immune.

Cosa sono i brufoli sottopelle?

A differenza dei brufoli a cui siamo abituati, i brufoli sottopelle non possiedono alcun rilievo cutaneo, infatti si presentano come delle protuberanze di grandezze differenti.

Possono essere grandi ed evidenti, piccoli o addirittura non percepibili al tatto.

Spesso si infiammano a causa del sebo o del pus intrappolato all’interno, e si presentano come masse dure al tatto, alcune volte anche dolorose. 

La mancanza di rilievo fa in modo che l’infezione resti intrappolata all’interno, quindi meglio non trascurarli!

In alcuni casi, possono evolvere dando origine ai comedoni chiusi, i classici brufoli bianchi, oppure possono dare origine a papule o cisti.

Quali sono le cause dei brufoli

L’infiammazione a carico del follicolo pilifero, (fa parte della struttura della pelle) all’interno del quale può accumularsi pus, batteri, sebo, in alcuni casi.

Quest’infiammazione fa sì che ci sia la presenza di brufoli sottopelle.

Le cause che li producono sono differenti, vediamole insieme:

  • Alterazioni ormonali: ad essere maggiormente colpiti dai brufoli sottopelle sono gli adolescenti e le donne durante il periodo mestruale o durante la gravidanza;
  • Produzione eccessiva di sebo: da parte delle ghiandole sebacee che sono parte integrante dell’apparato tegumentario;
  • Scarsa idratazione della pelle: conseguente accumulo di batteri, provocando infiammazioni e quindi, brufoli sottopelle;
  • Uso di detergenti o saponi troppo irritanti;
  • Reazioni allergiche a cibi, farmaci o cosmetici possono essere una causa scatenante dei brufoli sottopelle;
  • Coloro che soffrono di problemi al fegato: costoro infatti, possono manifestare delle disfunzioni a livello cutaneo;
  • Un’infezione batterica.

Infine ricordiamo che anche lo stress, uno stile di vita sregolato, un’alimentazione squilibrata e un’eccessiva esposizione ai raggi UV portano la comparsa di brufoli che siano sottopelle o meno.

Da non sottovalutare che la presenza di brufoli sottopelle può essere legata alla genetica.

Sintomatologia:

Solitamente i brufoli sottopelle si manifestano con un’infiammazione associata ad altri sintomi, quali:

  • Dolore alla pressione dell’area interessata;
  • Dolore senza pressione dell’area interessata;
  • Prurito;
  • Gonfiore dell’area in cui è presente il brufolo;
  • Pelle screpolata.

Alcuni dei trattamenti:

In alcuni casi, specie quando sono soli, i brufoli sottopelle risultano essere innocui e tendono a scomparire dopo pochi giorni.

Nei casi in cui ciò non dovesse avvenire, dovrete ricorrere a trattamenti specifici, pertanto è necessario rivolgersi al proprio medico, o ancor meglio farsi visitare da un esperto del settore per lenire quanto meno il fastidio dei brufoli sottopelle.

In questi casi, il tipo di trattamento dei brufoli sottopelle sarà correlato alla causa che ha dato origine al disturbo.

Prima di intraprendere qualsiasi trattamento è bene parlarne prima con uno specialista.

Alcuni consigli pratici:

Ciononostante vi sono alcuni rimedi rimedi naturali che risultano essere molto utili come trattamento dei brufoli sottopelle:

alcune piante, l’olio essenziale di rosmarino e l’olio essenziale di lavanda.

  • L’olio essenziale di lavanda, infatti, è dotato di interessanti proprietà antinfiammatorie, purificanti e lenitive.
  • L’olio essenziale di rosmarino, invece, è dotato di alcune proprietà dermopurificanti perciò, si può rivelare utile anche nel caso di pelli grasse, secche e brufoli sottopelle.

Può essere applicato anche con ovatta o un canovaccio pulito di  seta o cotone.

Tuttavia, bisogna tenere conto delle possibili reazioni allergiche e dell’eventuale insorgenza di irritazioni, soprattutto  nelle pelli sensibili.

Non tutti i tipi di pelle, infatti, potrebbero reagire bene all’applicazione di oli. In casi di reazione allergica potrebbero esserci delle complicazioni.

  • Anche l’uso di aloe vera è molto utile contro l’insorgenza di brufoli sottopelle e infiammazioni cutanee.
  • Anche applicare la patata risulta essere utile:le sue proprietà tendono ad attirare le polveri presenti sulla cute.
  • Il bicarbonato si dimostra altrettanto efficace nella lotta contro i brufoli.

    Aiuta infatti ad asciugare il sebo in eccesso.
  • Il limone rappresenta un ottimo rimedio naturale contro i brufoli: grazie alla sua acidità elimina i batteri in eccesso.
Prevenzione: i brufoli sottopelle si possono prevenire?

In alcuni casi è sufficiente apportare qualche cambiamento al proprio stile di vita

Seguendo una dieta sana ed equilibrata, pratica che apporta benefici non solo alla pelle;

Evitando il consumo di alcolici e  fumo;

Utilizzando cosmetici e detergenti di qualità e adatti alla propria pelle;

Detergendo quotidianamente la pelle, ma senza esagerare con la frequenza perché ciò comporterebbe un aumento di produzione del sebo.

Leggi anche: Riduci l’acne con la bava di lumaca: alcune proprietà

Carbone vegetale contro l’acne

L’argilla viola: rimuove le impurità della pelle?

Fragole: i benefici sulla pelle

Il Diario del Benessere foto-cresh Brufoli sottopelle: rimedi naturali Rimedi Naturali  trattamenti brufoli sottopelle sintomatologia dei brufoli sottopele quali sono le cause dei brufoli sottopelle prevenzione brufoli sottopelle cosa sono i brufoli sottopelle cosa sono i brufoli consigli brufoli sottopelle