Tempo di lettura stimato: 3 Minuti

La barbabietola rossa (Beta vulgaris), da non confondere con quella bianca per la produzione di zucchero, appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae. E’ un ortaggio dal colore particolare: è un rosso tendente al viola.

Ricca di antiossidanti, vitamine e sali minerali, tale ortaggio è un alimento che apporta innumerevoli benefici al corpo, ma come ogni cosa se assunta in dosi eccessive può avere, ovviamente, degli effetti collaterali.

Cos’è la barbabietola rossa?

La barbabietola rossa Beta vulgaris, è un ortaggio antichissimo, originaria dell’Africa del nord, arrivata in Europa solo nella metà XVII.

Il  pigmento naturale, la betanina, dona all’ortaggio un colore rosso-viola.

All’inizio venivano consumate soltanto le foglie, ma in seguito, grazie alle nuove tecnologie si passò anche al consumo della radice.  In genere della barbabietola vengono consumate le foglie, le radici e il tubero.

Appartenenti alla stessa famiglia:

  • barbabietola da foraggio, usata per il bestiame.

Quali sono le proprietà e i benefici?

La barbabietola rossa ha numerose proprietà benefiche, basti pensare che nei tempi antichi veniva utilizzata come medicina naturale. Quanto al suo consumo, non c’è una dose giornaliera consigliata precisa, ma come ogni cosa non eccedere con il consumo.

Tra queste le più note sono:

  • Aumenta le difese immunitarie.
  • Svolge un’azione antiossidante.
  • Combatte i radicali liberi.
  • Evita problemi di costipazione.
  • Proprietà diuretiche.
  • Fa bene al fegato.
  • Riduce il rischio di ammalarsi di alcune patologie.

Per mantenere intatte le sue proprietà nutritive come il calcio, il fosforo, andrebbe consumata così come la si trova in natura.

Molto spesso viene assunta anche sotto forma di succo da barbabietola rossa che oltre ad essere buono ha anche un effetto depurativo donando al contempo energia e nuova vitalità all’organismo.

Calorie e valori nutrizionali

Il numero di calorie presenti in una barbabietola rossa è quasi trascurabile:

19 calorie per 100 grammi.

Questo ortaggio contiene alcuni dei nutrienti essenziali per la sintesi di tutte le funzioni dell’organismo: è ricca di acqua, di fibre, della vitamina B1, vitamina B2, vitamina B3 e vitamina C.

Quanto ai minerali presenti all’interno della barbabietola rossa: è ricca di potassio circa 300 g, sodio, calcio, fosforo e ferro.

E’ spesso consigliata dagli esperti e specialisti della nutrizione per dimagrire in quanto aiuta ad eliminare i grassi in eccesso grazie alla presenza di alcuni composti vegetali che aiutano ad espellere liquidi.

Quali sono gli effetti collaterali?

Finora non sono stati riscontrati effetti collaterali di natura pericolosa, perché è normalmente tollerata da tutti. In alcuni casi, tipo chi soffre di patologie renali, o della sindrome dell’intestino irritabile farebbe meglio ad evitarne il consumo.

Per qualsiasi dubbio o incertezza parlarne con uno specialista in nutrizione.

Leggi anche: Succo da barbabietola rossa, potente antiossidante?

Il Diario del Benessere foto-cresh Barbabietola rossa: particolarità e valori nutrizionali Dieta  valori nutrizionali proprietà barbabietola controindicazioni barbabietola calorie barbabietola barbabietola rossa