Tempo di lettura stimato: 4 Minuti

Allenare gli addominali ogni giorno con l’intenzione di averli tonici è il desiderio di uomini e donne, indistintamente. 

Tuttavia, allenare gli addominali ogni giorno non è una pratica così corretta come sembra. 

Come ben sappiamo, la parete addominale è formata da muscolatura striata, a contrazione volontaria e riveste gran parte del corpo:

dalla parte inferiore dello sterno fino al ventre o al pube. 

Gli addominali sono muscoli funzionali in quanto permettono di assumere una postura corretta, ma soprattutto eretta e ci consentono di compiere contrazioni e flessioni laterali senza provocare danni alle vertebre. 

Inoltre la parete addominale contiene le viscere cioè l’intestino

Infine, collegandoci a quello che stavamo dicendo, aggiungiamo che, in questo articolo, andremo a capire se è giusto o meno allenare ogni giorno la parete addominale. 

Allenare gli addominali tutti i giorni è proficuo? 

Allenare gli addominali ogni giorno non è così necessario e proficuo come pensano in tanti. 

Per eliminare la “pancetta” e avere la parete addominale scolpita non è necessario allenare gli addominali con tanta insistenza, bensì bisogna partire dalla base:

l’alimentazione

Difatti, lo strato di grasso che copre la parete addominale è localizzato tra la pelle i muscoli ed è questo che influisce sulla visibilità della parete addominale. 

Quindi, non è necessario allenare gli addominali ogni giorno e, come detto, è importante curare l’alimentazione, qualsiasi sia lo strato adiposo della parete addominale. 

Studi e ricerche a riguardo hanno risposto alla domanda se allenare gli addominali ogni giorno risulti essere proficuo o meno, vediamo: 

allenare gli addominali ogni giorno comporta un dispendio di tempo, di energia, ma soprattutto risulta essere controproducente

Nonostante, come detto, i muscoli addominali siano molto resistenti alla fatica, allenarli ogni giorno non permette alle fibre di ripararsi, bensì le danneggerebbe. 

Visto e considerato che comunque fare gli addominali ogni giorno non arreca grandi risultati, come dovremmo comportarci? 

Infine, cerchiamo di capire come dovremmo allenare e soprattutto quali sono gli accorgimenti da prendere in considerazione per sfoggiare la cosiddetta “tartaruga”. 

Accorgimenti per una parete addominale tonica 

Allenare gli addominali ogni giorno, quindi, è poco produttivo.  

Per collegarci a quello che stavamo dicendo, cominciamo con  elencare i consigli per una parete addominale invidiabile. 

Alimentazione: è alla base di ogni tipo di allenamento. 

È inutile fare 300 addominali al giorno se non si segue uno schema alimentare equilibrato. 

Ripetiamo che l’addome è rivestito da uno strato di grasso. 

Il grasso della parete addominale, come detto, riveste l’intera muscolatura e aumenta non solo con il mancato allenamento, ma anche consumando cibi poco salutari. 

Infine, ciò che è importante non è tanto allenare gli addominali, bensì il numero di pasti e la qualità degli alimenti. 

È importante mangiare 5-6 volte al giorno in modo tale da accelerare il metabolismo: colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena. 

Inoltre è necessario introdurre ogni alimento nelle giuste porzioni. 

Altro dettaglio, non meno importante, è la qualità degli alimenti: evitiamo quindi, di consumare cibi spazzatura; alcol e abuso di fumo di sigaretta. 

Per una parete addominale invidiabile è importante allenare gli addominali, ma non meno importante è l’apporto proteico per riparare le fibre muscolari. 

Cerchiamo quindi, di consumare proteine animali come quelle del latte, delle uova, della carne, ma soprattutto quelle vegetali come legumi. 

Oltre all’apporto proteico, indispensabili per la crescita e lo sviluppo del volume muscolare, risultano essere i carboidrati contenuti nel pane, nella pasta integrale o nel riso

Continuando possiamo dire che anche i grassi, nelle giuste quantità, sono importanti per il loro apporto energetico.  

Dunque, sarebbe ideale consumarne in porzioni ridotte.

I cosiddetti “grassi buoni” sono quelli contenuti nel pesce, nell’olio e nella frutta secca

Ultimi accorgimenti non meno importanti risultano essere: il consumo di fibre alimentari (contenute in frutta e verdura);

delle vitamine e sali minerali; 

l’idratazione. 

Le fibre e i sali minerali, regolano il metabolismo e aiutano a dimagrire. 

Infine, l’idratazione e il sonno non devono mai mancare per una forma fisica invidiabile. 

Difatti bere almeno due litri di acqua al giorno e dormire 8 ore aiutano il corpo a costruire una salda struttura muscolare, ma soprattutto favoriscono il dimagrimento a lungo termine. 

Perché non eccedere con il carico addominale? 

Come detto in precedenza, ma ci tengo a ripeterlo, allenare gli addominali ogni giorno è controproducente, così come dichiarato da esperti del settore. 

Sovraccaricare i muscoli con un carico di lavoro non è mai producente, ma è vero l’inverso. 

Quando si allenano gli addominali ci sono due fattori da tenere presente:

il numero di allenamenti settimanali e il carico di allenamento. 

Questo perché, il processo di crescita muscolare consta in varie fasi:

rottura delle fibre attraverso l’allenamento e ricostruzione di fibre muscolari con tessuto rigenerato. 

Allenare gli addominali, ma non solo, in generale, eseguire allenamenti intensi frattura le fibre muscolari, più nello specifico crea micro fratture nel tessuto connettivo. 

La risposta dell’organismo è quella di ricostruire nuovo tessuto muscolare. 

Se alleniamo quindi i muscoli in maniera poco controllata il corpo non avrà tempo di ricomporre la muscolatura;

di conseguenza il muscolo risulterà poco tonico e soprattutto magro. 

Eccedere con l’allenamento addominale può provocare alcuni infortuni come strappi o lesioni che richiederebbero settimane di pausa con il rischio di perdere i risultati ottenuti. 

Una lesione frequente può essere, ad esempio, l’infiammazione della colonna vertebrale.  

Allenare gli addominali in modo eccessivo poi, può favorire la comparsa di problemi gastrointestinali, questo perché: 

un allenamento intenso provoca un danneggiamento delle cellule dell’intestino che diventano più permeabili favorendo il passaggio delle tossine.

Inoltre lo stomaco non si svuota in modo regolare e l’intestino rallenta la sua funzione provocando non poche infiammazioni e disfunzioni nell’assorbimento di nutrienti. 

Qualsiasi sia l’allenamento quindi, mai superare le due ore. 

Ricapitolando quindi, allenare gli addominali in modo spropositato provoca dolori e fastidi, impossibilità di eseguire movimenti, ernie e problemi gastrointestinali. 

In che modo avere un addome piatto, quindi? 

Se non si è atleti o non si hanno grandi obiettivi da raggiungere allenare gli addominali in modo da avere un addome piatto tonico è molto semplice.  

Allenare gli addominali a corpo libero è davvero l’ideale per avere un addome piatto,  l’importante è: 

abbinare allenamenti aerobici che serviranno a smaltire tossine e grassi in eccesso ad un allenamento mirato con esercizi isometrici.  

Ad esempio possiamo immaginare di allenare gli addominali con una seduta intensa settimanale che includa plank e un circuito addominale in isometria. 

Una volta a settimana poi, è importante allenare gli addominali facendo un richiamo: 

seduta meno intensa e meno lunga dove si eseguono esercizi in isometria con ripetute ridotte e plank.  

Infine, due volte a settimana invece di allenare gli addominali potremmo decidere di dedicarci ad allenamenti aerobici di una durata di 30-40 minuti circa. 

Conclusione 

Allenare gli addominali ogni giorno, da come abbiamo capito è alquanto inutile e controproducente

Se si seguono le giuste accortezze e all’allenamento abbiniamo una corretta alimentazione i risultati saranno visibili.

Purtroppo per la parete addominale, il giusto termine non è allenare gli addominali, bensì costanza e pazienza. 

Leggi anche Salto con la corda: benefici, tecnica e controindicazioni

Correre o camminare: quale attività favorisce una perdita di peso maggiore?

Camminare tre volte a settimana per un’ora fa dimagrire?

Squat bulgaro: benefici, muscoli coinvolti, esecuzione ed errori da evitare

Circuito tabata: bruciare i grassi e restare in forma con pochi esercizi

Cominciare ad allenarsi: come partire con il piede giusto? 

Photo of: Andrea Piacquadio da Pexels

Il Diario del Benessere foto-cresh Allenare gli addominali ogni giorno: è proficuo o controproducente? Fitness&Wellness  perché non eccedere con il carico addominale in che modo avere l'addome piatto è proficuo allenare gli addominali ogni giorno allenare gli addominali ogni giorno accorgimenti per una parete addominale tonica